Manuali e schede

In questa sezione è riportato il manuale di inquadramento dell’agroecologia che costituisce uno dei materiali tecnici a supporto dell’azione formativa e di accompagnamento di tecnici e aziende dei biodistretti operata da TERRITORI BIO, volta a favorire la conoscenza, l’informazione e la formazione sulle opportunità connesse all’agricoltura biologica nelle aree protette e all’agrobiodiversità rispetto alla quale il biodistretto ne è strumento di supporto.

Agroecologia significa guardare al contesto in cui si opera come a un sistema che ha per scenario l’intero territorio e i suoi attori, istituzionali e non, e che abbisogna di una strategia collettiva tesa al raggiungimento di obiettivi comuni: sviluppo economico sostenibile orientato alla valorizzazione delle risorse locali, dei prodotti naturali e tipici, del turismo consapevole e sostenibile, della biodiversità, delle culture e delle tradizioni, attraverso criteri di solidarietà, equità, etica.

Sono riportate inoltre delle schede ricavate dal manuale, più essenziali e settoriali, che verranno utilizzate nel corso degli incontri tecnico-formativi.

Agroecologia

Principi e opzioni a vantaggio dell’agricoltura biologica. 
Il manuale di agroecologia redatto da Firab ha tra le sue finalità :
1. miglioramento tecnico e dell’offerta biologica con accresciuti profili agroecologici;
2.rafforzamento di composizione e identità dei territori Biologici dei Colli Euganei e del Veneto orientale tramite l’inclusione di ulteriori Aziende Biologiche o in conversione;
3. aumento della redditività e competitività.

Scarica documento
Forma di allevamento della vite: doppio capovolto

Il doppio capovolto è una forma di allevamento atta al raggiungimento di un buon livello produttivo unito a una buona qualità delle uve.

 

Scarica documento
Forma di allevamento della Vite: cordone speronato

La scelta della forma di allevamento condiziona la crescita vegetativa della vite e di conseguenza i risultati quantitativi e qualitativi che si possono ottenere dal vigneto. Per un’uva di qualità sono da prediligere forme di allevamento con un buon equilibrio vegeto-produttivo.

 

Scarica documento

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell’informazione: Gruppo Operativo
Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste